Seleziona una pagina

Dal 3 giugno 2015 entrerà in vigore la nuova normativa europea sui cookie, il vostro sito è aggiornato? State attenti alle sanzioni!

Nel giugno del 2014 il Garante della Privacy ha individuato le modalità per informare gli utenti sull’uso dei cookie all’interno dei siti web e ha pubblicato il provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale.

La normativa è orientata alla protezione della privacy degli utenti, ma allo stesso tempo è un buon compromesso per il mercato dell’advertising online. La questione non riguarda solo una semplice contrapposizione fra pubblicitari ed utenti, difatti i cookie sono anche utilizzati da piattaforme come Google Analytics, senza le quali non si potrebbero registrare correttamente le visite di un sito, capire cosa funzione e cosa non va.

Ma che cosa sono i Cookie?

I Cookie sono dei file di testo che ogni sito web invia al dispositivo di navigazione che sta usando l’utente, all’interno di questi vengono memorizzati dei dati riguardanti alcune attività degli utenti. Alcune di queste informazioni sono ad esempio necessarie per semplificare e rendere più veloce la navigazione stessa dell’utente, altre informazioni invece si riferiscono ai gusti degli utenti, le abitudini e possono essere utilizzate per attività di marketing.

Quanti tipi di Cookie esistono?

Il garante divide i Cookie in tre famiglie, quelli TECNICI, quelli di PROLIFERAZIONE.

I cookie tecnici sono quelli che vengono usati per fornire il servizio in modo migliore a chi ne usufruisce. Sono ad esempio usati dalle piattaforme di Analytics ma sono anche quelli che il sito usa per migliorare l’esperienza di navigazione. Ad esempio i cookie che si ricordano che cosa hai nel carrello o la lingua che preferisci sono autorizzati e basta inserire una informativa su quali usi e perché. In altre parole, non è necessario un preventivo consenso degli utenti per il loro utilizzo.

I cookie di profilazione, usando le parole del Garante, sono “volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete”. Per questi è necessaria una adeguata informativa e una richiesta di consenso perché sia il Garante che l’Europa li considerano invasivi rispetto alla sfera privata degli utenti.

Quindi questo nuovo provvedimento del Garante della Privacy cosa prevede?

Il provvedimento che entrerà in vigore dal 2 giugno 2015 si riferisce soltanto ai cookie di proliferazione, sui quali è richiesto un consenso da parte degli utenti alla loro installazione sul proprio terminale di navigazione. Il Garante ha previsto che gli utenti di un sito dovranno manifestare il consenso libero e consapevole in un modo semplice.

Accedendo ad un sito WEB dovrà apparire un banner ben visibile in cui siano indicate chiaramente le seguenti cose:

– Il sito utilizza cookie di proliferazione per inviare messaggi pubblicitari mirati

– Il sito consente l’invio di cookie di terze parti

– link a pagina sul sito con informativa più ampia, con le indicazioni sull’uso dei cookie inviati dal sito stesso.

– che proseguendo la navigazione si presta il consenso all’uso dei cookie

Sanzioni previste

Il Garante della Privacy, prevede un tempo di adeguamento di un anno a decorrere dalla pubblicazione della presente normativa.

Chi non si uniformerà rischia una sanzione da 6.000 a 36.000 euro (art. 161 del codice). L’installazione di cookie senza il consenso dell’utente prevede invece una multa che va da 10.000 a 120.000 euro.

Voi avete il vostro sito a norma?

I nuovi clienti GGR design studio dal 1 gennaio 2015 hanno già tutti i loro siti a norma col decreto che entrerà in vigore dal 3 giugno 2015, se invece il vostro sito non rispecchia ancora quanto stabilito dalla normativa non esitate a contattarci, vi indicheremo la soluzione più adatta.

Link alla normativa: Normativa Europea sui Cookie